Nasce “Casa sicura”, il progetto che sperimenta tecniche antisismiche innovative nelle costruzioni

Alla luce degli eventi sismici che hanno interessato l’Umbria ed evidenziato la vulnerabilità del patrimonio edilizio, civile e religioso, riportando all’attenzione concetti come il rischio sismico, prevenzione e resilienza, è nato il progetto di ricerca “Casa sicura: tecniche antisismiche innovative nella tradizione delle costruzioni”.

Il progetto è condotto dal Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università degli Studi di Perugia e finanziato dallo stesso Dipartimento, con la Fondazione Cassa di risparmio di Perugia, l’Ater Umbria, i Collegi dei geometri e geometri laureati delle province di Perugia e di Terni e Bcc Credito cooperativo Spello e Bettona.

La convenzione per il finanziamento del progetto, che intende studiare il comportamento, verificare l’efficienza, e promuovere l’utilizzo della muratura confinata per le costruzioni in zona sismica, è stata siglata il 4 dicembre 2017. Al tavolo con Enzo Tonzani e Alberto Diomedi, presidenti dei Collegi dei geometri di Perugia e Terni, Giovanni Gigliotti e Massimiliano Gioffrè, rispettivamente vicedirettore e docente del Dica, c’erano Alessandro Almadori, presidente di Ater Umbria, e Umberto Tassi per la Fondazione Cassa di risparmio di Perugia.

“Questo progetto – ha detto Tassi – ha due peculiarità, la ricerca scientifica e una ricaduta per il territorio in cui la Fondazione ha sempre operato, ed ecco perché è stato finanziato con piacere”.

Insula Romana, il premio Cultura alla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia

Non è stata una edizione qualsiasi il Premio letterario “Insula Romana 2017”, che quest’anno ha soffiato sulle 40 candeline. La ricorrenza che sarà celebrata domenica 4 dicembre con le premiazioni nella Sala Congressi di Umbriafiere.

L’evento, organizzato dalla ProLoco e dal Comune di Bastia Umbra, è articolato in cinque sezioni.

La prima sezione è stata dedicata al Premio Roberto Quacquarini di arte e pittura in collaborazione con l’associazione culturale Amici dell’arte e CiaoUmbria, arrivato alla 14esima edizione. I premiati: primo classificato Vittorugo
Sassi (Fabriano), secondo Joy Stafford (San Sepolcro), terzo Donatella Masciarri (Città di Castello).

Nella seconda sezione ha avuto luogo la presentazione del percorso di narrativa edita,con il libro “Io Emanuela.Agente
della scorta di Paolo Borsellino” di Annalisa Strada.

Terza sezione riservata invece al premio “Poesia inedita nazionale” con i premiati: primo classificato Fabio Muccin (Casarsa), secondo Mauro Barbetti (Osimo), terzo Ivano Mugnaini (Massarosa).

Grande attenzione anche per la quarta sezione della serata con il “Premio alla cultura 2017”, un riconoscimento che ogni anno va a personaggi o organizzazioni che si sono distinti in ambito culturale e che quest’anno è stato conferito alla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia presieduta da Giampiero Bianconi.

Molti i giovani protagonisti del “Premio Giuseppe Pascucci” per il merito scolastico, la quinta sezione dedicata agli studenti del territorio che hanno riportato la massima votazione all’esame di maturità per l’anno scolastico 2016/2017.

“Contemporanea. I linguaggi delle nuove generazioni ed il loro viaggio nella danza”

PERUGIA – Si chiama “Contemporanea. I linguaggi delle nuove generazioni ed il loro viaggio nella danza” i progetto di Centrodanza Spazio Performativo nato con  l’obiettivo di sviluppare un percorso formativo e culturale a tappe articolato nell’arco degli anni.

L’edizione 2017/2018 è stata presentata il 30 novembre presso il palazzo della Provincia di Perugia.  Sono intervenuti Tommaso Mobilia (presidente Centrodanza Spazio Performativo), i coreografi Paolo Rosini, Afshin Varjavandi, Claudia Fontana, Marzia Magi e Cesare Mancini della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, realtà grazie alla quale è stato possibile realizzare il progetto.  

“La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia – ha detto Cesare Mancini – conosce bene l’arte della danza perché è molto vicina al settore della formazione”. Circa cinquecento mila euro è l’investimento annuo, infatti, messo in campo dalla fondazione per i vari progetti di formazione. L’auspicio è che il percorso intrapreso con il Centrodanza, che mette al centro il coinvolgimento delle nuove generazioni, continui anche in futuro.

Il 2017/18 rappresenta la quarta fase di un viaggio iniziato nel 2014 ma che affonda le sue radici nel profilo stesso dell’associazione Centrodanza. Il progetto è un percorso di formazione alla danza volto a far incontrare allievi  con una buona conoscenza  di tecnica Classica e Contemporanea con coreografi professionisti, avviando i giovani nella realizzazione di coreografie con precise finalità artistiche, a comunicare emozioni con il proprio corpo, a sperimentare  i nuovi  linguaggi giovanili come la videoarte, anche utilizzando le loro stesse improvvisazioni. È la ricerca di  una danza che respira il tempo presente, ne assorbe gli umori, ne è contagiata nel ritmo veloce, nella voglia di condivisione e nell’atteggiamento curioso della mente, messo alla prova dalla multimedialità.

Ritorna la Lumsa, Gubbio nuovo polo di alta formazione

Una giornata speciale all’insegna di cultura, memoria e speranza. Sono le tre parole chiave utilizzate per il taglio del nastro atteso almeno da 16 anni a Gubbio.

È stata inaugurata infatti la nuova sede della Lumsa, la Libera Università Maria Santissima Assunta di Roma, nel complesso di S.Domenico. Il un nuovo polo universitario è legato all’ateneo romano che mosse i suoi primi passi proprio da Gubbio 95 anni fa. “Si apre un nuovo capitolo di una storia secolare” hanno dichiarato all’unisono il Sindaco Stirati e il Vescovo Cecobelli, affiancato in questa occasione dal suo successore, Luciano Paolucci Bedini. Presenti anche il Presidente onorario della Fondazione Cassa Risparmio di Perugia, Carlo Colaiacovo, il Rettore dell’Universita romana Francesco Bonini, ed il suo emerito, Dalla Torre.

La nuova sede didattica, presentata sabato 18 novembre con un convegno dal titolo “Luigia Tincani a Gubbio: le radici di un progetto formativo”, è stata realizzata con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e permetterà alla città di Gubbio di diventare un centro di corsi di alta formazione, master, summer and winter school, convegni e festival culturali.

 

 

 

Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia